Con l’arrivo dei Processori AMD Ryzen, non vuole lasciare nulla al caso e vuole competere con Intel anche per quanto riguarda il fronte overclock , avvantaggiata, se vogliamo, da consumi ridotti rispetto al competitor con la possibilità inoltre di praticare overclock su tutti i modelli della serie. Ricordiamo che Intel rende possibile overclokkare solo modelli specifici, riconoscibili per la lettera K in fondo al nome.

L’imminente debutto dei modelli top di gamma, Ryzen 7 1800X, 1700X e 1700, vedrà tra le tante novità il lancio di una nuova linea di dissipatori AMD, venduti insieme alle CPU. Per la precisione, si tratta di tre modelli con ventola da 92mm, divisi per capacità di dissipazione: AMD Wraith Max RGB 140W, AMD Wraith Spire RGB 95W, AMD Wraith Stealth 65W.

I primi due sono ovviamente dissipatori più performanti ed hanno anche un deciso tocco estetico, avendo una luce LED RGB, nulla a che vedere con la tristezza dei dissipatori Intel, il modello più piccolo invece è privo di luce ed è ovviamente una scelta indicata solo per chi acquisterà i modelli meno prestanti e non si vorrà lanciare in pratiche di overclock.

A quanto pare, l’utente potrà scegliere la CPU e uno dei tre modelli, con la possibilità di optare per un modello non boxato, quindi privo di dissipatore.

Nei primi video che circolano sul web abbiamo apprezzato il Wrait MAX RGB, un dissipatore che, oltre alle prestazioni, guarda molto anche all’estetica.

Ecco una dimostrazione :

L’attesa è quasi finita e la voglia di mettere le mani sulla nuova creatura di AMD è sempre di più, Intel si prepari, la guerra è ricominciata  !


Essendo iscritti al fast ring per gli insider di Windows 10, abbiamo ricevuto la build 15019 che contiene tra le altre novità la nuova Windows game mode, di cui si vociferava da un po’.

La windows Game mode farà parte del nuovo aggiornamento che uscirà nel corso del 2017 e che avrà come nome in codice Creators Update. La cosa importante è l’attenzione che Microsoft sta riponendo nei particolari e nelle varie modalità d’uso di Windows, e visto che il gaming sta diventando sempre più importante, fa finalmente piacere vedere la giusta attenzione riposta anche alle nostre esigenze.

Ma entriamo nello specifico, cosa comprende la famigerata Windows Game mode?

Andando nelle impostazioni di sistema, troveremo ora la voce “Gaming”, con opzioni che permettono di controllare il Game DVR per registrare le clip di gioco, lo streaming via Beam, piattaforma simile a Twitch ora nativa nel sistema operativo. Alcune funzionalità erano in realtà già presenti in Windows, ma in modo più confuso e casuale ora invece meglio organizzato e gestibile.

Punto molto importante della Game Mode, è la possibilità di riservare tutte le risorse di sistema all’uso dei videogames, andando di fatto a migliorare le nostre performance durante il gioco. Dai primi test che abbiamo fatto e che abbiamo visto, l’aumento in prestazioni attualmente non fa certo gridare al miracolo, parliamo di un paio di frame nel migliore dei casi:

La cosa che per noi gamer rimane assolutamente importante, è l’attenzione che Microsoft sta ponendo nel nostro mondo: già con la Xbox Experience, la possibilità di aver i giochi Xbox one su Windows con il Cross Buy e ora questa Game, le Directx 12 Windows 10 si sta rivelando davvero la scelta più appropriata per i computer da gioco, a prescindere dal gioco che andremo ad usare.

Ricordiamo inoltre che i nuovi processori Kaby Lake sono pienamente compatibili solo con Windows 10, non con altri sistemi Microsoft.

Bene, non resta che vedere se Microsoft migliorerà ancora la Game mode prima della sua uscita ufficiale, restiamo molto molto incuriositi =)